Uomini e multitasking, questo sconosciuto

Visite: 1015

E' più forte di loro, due cose insieme proprio non le sanno fare. Tre poi, è una vera utopia! A chi mi riferisco? Agli uomini ovviamente. Se sei madre saprai bene che i primi mesi di tuo figlio/a sono piuttosto complicati. Cambiano le esigenze, i ritmi e l'organizzazione familiare inevitabilmente ne risente. Ora, posto che la depressione post partum prende un po' tutte le donne, anche in questo ci dimostriamo MULTITASKING.

Mentre ci deprimiamo e i nostri ormoni vanno su e giù, siamo comunque in grado di:

  1. 1) dormire pochissime ore a notte,
  2. 2) cambiare pannolini alla velocità della luce,
  3. 3) salvare il pc dal rigurgito,
  4. 4) cucinare,
  5. 5) stirare
  6. 6) e, se serve, badare agli amici a 4 zampe

E per gli uomini? Come sarà cambiata mai la loro vita?

PRE FIGLIO: mi alzo, vado a lavorare, rientro, mangio, lavoro, torno, mangio, tv, dormo, russo.

POST FIGLIO: mi alzo, vado a lavorare, rientro, mangio, lavoro, torno, mangio, tv, dormo, russo.

 

Quelle rarissime volte che vengono coinvolti in attività che rompono la loro routine, ecco aprirsi diversi scenari apocalittici:

  • - non posso svegliarmi la notte perché domani ho delle cose importantissime da fare di lavoro ( il colmo è quando lavorate insieme e le cose importantissime di lavoro sono le stesse che dovrete fare anche voi!);

  • - non riesco a svegliarmi la notte perché il mio metabolismo non me lo consente;

  • - ci provo ma tu sei più brava di me;

  • - varie ed eventuali.

Maestri del trasformismo si nascondono anche in 30 mq di casa: telefonata importantissima, "riunione" urgente in bagno. Quella rarissima volta che cambiano un pannolino o si svegliano di notte, il giorno dopo si comportano come se il presidente stesse per dargli una medaglia al valore civile e vanno in giro con la faccia tronfia di chi vuole esser detto "bravo" ogni secondo. Inoltre non perdono tempo a raccontare a chiunque capiti sulla loro strada quel giorno quanto siano stanchi.

 

E così, dopo esserti arrabbiata e anche molto per il primo mese, alla fine, li guardi e ti rendi conto che arrabbiarti sarebbe un'altra di quelle cose da aggiungere alla tua giornata già troppo piena. Con serena rassegnazione prendi atto che “sesso forte” non si riferisce alle prestazioni sessuali un po' spinte alla "50 sfumature di grigio", ma a quel meraviglioso mondo chiamato DONNA!

Kalisi

 

Lascia un tuo commento

Scrivi un tuo commento come ospite

0
termini e le condizioni.

Commenti