La personal trainer ci spiega come affrontare la prova costume

Visite: 817

Forse molte domande su come rimettersi in forma ed ottenere in modo efficace una silhouette invidiabile ci sembrano avere delle risposte scontate. Cristina Federici, personal trainer, ci aiuta a capire perché non sempre è così. 

 

Di quali aspetti bisogna tener conto per rimettersi in forma dopo l’inverno?

A ridosso dell’estate non è il momento opportuno per porsi un grosso obiettivo a breve termine, perché la  tonificazione muscolare e il dimagrimento avvengono attraverso processi fisiologici molto lenti. 

Ma se da una parte è vero che pochi mesi non sono sufficienti a rimetterci in perfetta forma, è anche vero che la primavera e la prova costume in vista possono spronarci ad abbracciare uno stile di vita più sano, che sia la base per un lavoro a lungo termine e che ci doni nel breve tempo, un sensibile miglioramento della figura, dell’umore e dell’autostima. 

 

Quali sono quindi le strategie valide e quali invece le mosse inutili e controproducenti?

Esercizio fisico e alimentazione sana sono le uniche cose in grado di “riprogrammarci”!

Il mercato ci offre molte soluzioni che possono coadiuvare il processo di remise-en-forme, ma che da sole aumentano solo il senso di frustrazione per i mancati risultati. Mi riferisco a creme anticellulite, pillole brucia-grassi, indumenti per sudare, che possono agire solo su alcuni aspetti, come aumento della diuresi o riduzione dell'appetito.

 

Qual è il tipo di esercizio più adatto per perdere peso?

E’ bene orientarsi verso gli allenamenti “contro resistenze”, ovvero con i sovraccarichi, cioè quello che si fa nelle sale attrezzi delle palestre. Si può iniziare con esercizi di base come squat, affondi, esercizi come le distensioni sulla panca, e ancora con quelli che allenano la trazione come la lat machine o il rematore fino ad arrivare agli esercizi che coinvolgono l’addome e la schiena. 

Allenarsi tre volte a settimana è un ottimo compromesso tra efficacia e impegni quotidiani.

 

Mentre andare a correre, fare passeggiate sul tred mill in palestra, possono rivelarsi strategie utili?

Gli allenamenti cardiovascolari favoriscono il consumo di calorie durante l’allenamento, ma innalzano poco il metabolismo nelle ore successive ad esso, al contrario di quelli con i sovraccarichi. Inoltre non favoriscono la trofia muscolare necessaria per l'armonizzazione della figura e il miglioramento della funzionalità.

Tuttavia l’esercizio aerobico, come la corsa o il nuoto, rappresenta uno strumento potente per la prevenzione delle malattie cardiovascolari e per l’efficienza del sistema cardio-respiratorio e andrebbe opportunamente inserito in un programma di allenamento.

 

Cosa pensi invece delle diete “fai-da te” ?

Quando parliamo di “ansia da bikini” si tende ad esagerare e a ridurre la propria dieta in modo drastico. Ebbene questo è un grosso errore! 

Un lieve deficit calorico, rispetto al proprio fabbisogno è necessario, ma ridurre troppo le calorie non fa altro che favorire solo una certa perdita di liquidi iniziale e mandare in tilt il metabolismo, che si abitua presto alla nuova situazione di carestia, abbassando i consumi e spianando la strada all'aumento di peso!

 

Allora con i consigli di Cristina auguriamo buon allenamento a tutti i lettori di Chic Zone. ^___^

 

 

 

 
Alessandra

Lascia un tuo commento

Scrivi un tuo commento come ospite

0
termini e le condizioni.

Commenti